Monetizzare con un’auto usata: i consigli del web

Cercare di vendere la propria auto e farlo in tempi rapidi, monetizzando da subito; per molti è un miraggio ma, da un po’ di tempo, in rete sta iniziando a diffondersi un servizio orientato proprio a questo scopo.

Viene offerto da aziende che garantiscono acquisto auto in contanti, veri e propri intermediari 2.0 nati per soddisfare questa esigenza dei consumatori. Una nuova tendenza del mercato e che, in quanto tale, non può essere ignorata. Come ci spiega una delle aziende che, in Italia, sta facendo affari in questo campo.

“Il nostro servizio è rivolto a tutti quei cittadini che hanno voglia di vendere la propria auto e lo vogliono fare in tempi rapidi. Il tutto è promosso dal nostro portale, comproautousate.net, dove l’utente può, in modo del tuto gratuito, inserire dettagliatamente i dati della propria vettura. Ed ottenere una valutazione.”

Una valutazione non è ancora un preventivo vero e proprio?

“Ovviamente no. La valutazione è basata sui dati della propria vettura, ma non è esatta al 100%. Poi l’utente dovrà infatti portare la macchina in sede. Qui verrà sottoposta ad analisi per capirne le reali condizioni. Su queste, partendo da quello che era stato il preventivo iniziale tramite portale, si formula un’offerta reale.”

Siamo quindi arrivati al momento dell’offerta vera e propria: cosa succede poi?

“Semplice. Se l’utente accetta, viene liquidato immediatamente. E si portano a termine tutte le pratiche per il passaggio dell’auto. Anche queste avvengono tramite noi e in modo rapido. Perché l’obiettivo nostro è sempre quello di accelerare al massimo la vendita da parte dell’utente. Portare a termine il tutto in poche ore.”

Perché gli utenti dovrebbero fidarsi di voi?

“Prima di tutto, trattando con una azienda come la nostra hai comunque determinate garanzie. Abbiamo una sede fisica, siamo una società. Non è come vendere la macchia a un perfetto sconosciuto del quale non si conosce niente. Poi, parlando del nostro modo di operare, tendiamo a dare garanzie al cliente anche in materia di pagamento: liquidiamo di solito con assegno circolare, metodo che è ritenuto tra i più sicuri.”